+39 3487512083 info@epnutrizione.it

Valutazione Fabbisogno Energetico

Il Fabbisogno Calorico Giornaliero

Il fabbisogno calorico giornaliero (FCG) rappresenta la quantità di calorie che quotidianamente un soggetto deve assumere per far fronte sia alle ” funzioni metaboliche basali ” ( dette anche metabolismo basale ) sia alle attività fisiche ( muoversi, salire le scale, giocare a tennis etc ). Se le calorie introdotte sono le stesse delle calorie spese, il bilancio calorico del soggetto è in equilibrio; se le calorie introdotte sono maggiori di quelle consumate, il soggetto accumula calorie, cioè ingrassa; se invece le calorie introdotte sono minori di quelle consumate, il soggetto perde energia, cioè dimagrisce

Il calcolo del FCG è quindi essenziale per stabilire quante calorie servono ad un soggetto per avere l’energia sufficiente a svolgere le sue attività senza correre il rischio di ingrassare o dimagrire. Nessuna dieta può essere impostata senza prima calcolare il fabbisogno calorico del soggetto.

Il Consumo Calorico 

Per calcolare il fabbisogno calorico del soggetto ( le calorie di cui necessita ) è necessario conoscere il suo consumo calorico, cioè quante calorie consuma ogni giorno. Il consumo calorico giornaliero dipende prevalentemente dallo stile di vita ( più o meno sedentario ) ed è costituito da tre componenti:

1) il metabolismo basale, cioè l’energia spesa per le funzioni di base (es: respirare, far circolare il sangue);

2) l’energia spesa per le attività fisiche di tutti i giorni ( es: pettinarsi, lavorare al computer, giocare a tennis, etc );

3) l’energia spesa per digerire ed assorbire gli alimenti, detta anche termogenesi dieta-indotta ( TDI );

L’ energia spesa per digerire ed assorbire gli alimenti incide poco ( circa 10% dell’energia totale giornaliera ), per questo motivo è spesso trascurata nel calcolo generale.

Se osserviamo il consumo calorico giornaliero di due soggetti maschi, entrambi di 35 anni e del peso di 70 kg, uno sedentario ed uno moderatamente attivo (ciclista), notiamo che:

1 ) il metabolismo basale è identico per entrambi ( 1.691 kcal/giorno );

2 ) la spesa per la digestione e l’assorbimento dei nutrienti è piccola sia nell’uno che nell’altro caso

3 ) l’energia spesa per il movimento è pari a 650 kcal/giorno nel soggetto sedentario ed a 1.050 kcal/giorno nel soggetto moderatamente attivo.

4 ) la spesa calorica totale è pari 2.501 kcal/giorno nel soggetto sedentario ed a 2.931 kcal/giorno nel ciclista .

 

Quindi, la differenza fondamentale fra la spesa calorica di questi due soggetti è data dal maggiore Livello di Attività Fisica ( LAF ) del secondo rispetto al primo.
Se uno di questi due soggetti decidesse di impegnarsi in un’attività fisica intensiva, per esempio 3 ore al giorno di canottaggio, la sua spesa energetica aumenterebbe notevolmente, fino ad arrivare ad oltre 4.000 kcal/giorno. Conoscere il livello di attività fisica del soggetto è quindi un dato indispensabile per calcolare il fabbisogno calorico giornaliero.

Il Fabbisogno Calorico Giornaliero

Per prima cosa è necessario calcolare il metabolismo basale utilizzando le apposite formule. Una volta calcolato il metabolismo basale è necessario conoscere che tipo di attività fisica il soggetto svolge durante la giornata: se svolge un lavoro sedentario ( es. impiegato d’ufficio ) o fisicamente impegnativo ( es. scaricatore di porto ).

E’ inoltre necessario sapere se, al di fuori dell’orario di lavoro, il soggetto pratica hobby che richiedono un certo dispendio energetico ( es. fare mountain bike ) o piuttosto pratica hobby poco dispendiosi ( es. suonare il violino ). Tutte queste attività, sia lavorative che extra-lavorative definiscono il Livello di Attività Fisica del soggetto. Poiché i tipi di attività sono numerosissimi, per semplificare l’Organizzazione Mondiale della Sanità suggerisce di utilizzare tre soli livelli di attività ( leggera, moderata e pesante ), distinti per uomo e donna e per età.

Il calcolo del FCG è quindi essenziale per stabilire quante calorie servono ad un soggetto per avere l’energia sufficiente a svolgere le sue attività senza correre il rischio di ingrassare o dimagrire. Nessuna dieta può essere impostata senza prima calcolare il fabbisogno calorico del soggetto.

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento in sede contattaci

Il Fabbisogno Calorico Giornaliero

Per prima cosa è necessario calcolare il metabolismo basale utilizzando le apposite formule. Una volta calcolato il metabolismo basale è necessario conoscere che tipo di attività fisica il soggetto svolge durante la giornata: se svolge un lavoro sedentario ( es. impiegato d’ufficio ) o fisicamente impegnativo ( es. scaricatore di porto ).

E’ inoltre necessario sapere se, al di fuori dell’orario di lavoro, il soggetto pratica hobby che richiedono un certo dispendio energetico ( es. fare mountain bike ) o piuttosto pratica hobby poco dispendiosi ( es. suonare il violino ). Tutte queste attività, sia lavorative che extra-lavorative definiscono il Livello di Attività Fisica del soggetto. Poiché i tipi di attività sono numerosissimi, per semplificare l’Organizzazione Mondiale della Sanità suggerisce di utilizzare tre soli livelli di attività ( leggera, moderata e pesante ), distinti per uomo e donna e per età.

Il calcolo del FCG è quindi essenziale per stabilire quante calorie servono ad un soggetto per avere l’energia sufficiente a svolgere le sue attività senza correre il rischio di ingrassare o dimagrire. Nessuna dieta può essere impostata senza prima calcolare il fabbisogno calorico del soggetto.

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento in sede contattaci

ULTIME DAL BLOG

DIETA CHETOGENICA, VANTAGGI E CONTROINDICAZIONI

Se c’è una dieta la cui natura è modalità è spesso fraintesa quella è la dieta chetogenica. Esaltata da alcuni come mezzo efficacissimo per il dimagrimento, demonizzata da altri per i supposti – e spesso esagerati- rischi che gli si ascrivono, è in realtà uno...

leggi tutto

L’ALIMENTAZIONE DEL DIABETICO

Una alimentazione ben bilanciata rappresenta la cura essenziale del diabete. Seguire una dieta controllata e sana serve soprattutto a mantenere sotto controllo il livello di zucchero nel sangue, mediante un corretto apporto alimentare di tutti i nutrienti necessari...

leggi tutto

ALLERGIA AI POLLINI, CONSIGLI UTILI

Le allergie respiratorie rappresentano la forma più diffusa di allergie in Europa e nel mondo L'allergia ai pollini o pollinosi è caratterizzata prevalentemente da lacrimazione, starnutazione e talvolta tosse e asma con ricorrenza stagionale. Con l'alternarsi delle...

leggi tutto